Saverio Barbaro - UNICORN

Associazione Culturale Editoriale Unicorn
Vai ai contenuti
Saverio Barbaro
Saverio Barbaro è nato a Venezia nel 1924.
Ha seguito gli studi classici ed ha cominciato ad esporre nel 1948 alla Fondazione Bevilacqua La Masa a Venezia dove nel 1950 tiene la sua prima personale presentata da Guido Perocco, che poi replica, nello stesso anno, alla Galleria Gian Ferrari di Milano.  Nel 1950 ha ottenuto il premio “Fondazione Omero Soppelsa” per un giovane artista alla XXV Biennale Internazionale d’Arte di Venezia per il quadro “Giardino Armeno”. Nel 1951 partecipa, su invito, alla VI Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma. Sarà nuovamente invitato nel 1955 e 1959.
Nel 1952 una borsa di studio del Governo Francese per le Beaux Arts, permette all’artista un soggiorno a Parigi. Il tempo di studio e lavoro viene prolungato fino al 1960, alternato con ritorni a Venezia e viaggi in Svizzera, Germania, Belgio e Olanda dove può approfondire la pittura nordica e l’espressionismo. All’edizione del Premio Burano del 1951 vince il premio “Gazzettino” per “Giardino a Torcello”. Invitato alla XXVIII Biennale Internazionale d’Arte di Venezia del 1956, ottiene il premio della Presidenza della Biennale. Nell’edizione del 1958 il premio della Fondazione Tursi, mentre in quella del 1962 il premio del Rotary Club.
La cultura mediterranea e del medio oriente attrae particolarmente l’artista che, dopo un periodo in Spagna (1958), si reca in Marocco, Tunisia e Algeria (1964). Questo proposito lo porta a conoscere ed a partecipare con impegno etico ed estetico al alcuni aspetti della cultura arabo-islamica, che tanta parte ha nella sua tematica pittorica.

Nulla dies sine linea
Via del fornaio 7
30013 - Cavallino Treporti
Città Metropolitana di Venezia
redazione@associazioneculturaleunicorn.it


Associazione Culturale Editoriale Unicorn
Torna ai contenuti