Editoriale Unicorn - UNICORN

Associazione Culturale Editoriale Unicorn
Vai ai contenuti
MORTEZA NATIFI NEZAMI
Il tempo è scaduto

Inospitale terra promessa
ISBN - 978-88-6153-186-4  cartaceo:  pp.187- euro 15,00 - Edizioni LA MERIDIANA - collana PASSAGGI

Quando giunse a termine la gentilezza...
ed. Joker, coll. Parole dal mondo, 2013




Un ragazzo e una ragazza separati dalle necessità della vita,   in un Paese senza prospettive future, paralizzato da un regime   dittatoriale che ovunque semina sospetto e paura.
Lei promette di aspettarlo per sempre, lui parte per coronarre i suoi   studi e il desiderio di una vita migliore, da condividere insieme.
Sono mesi interminabili quelli che li vedono lontani: vulnerabile lei,   esposta alla sottile seduzione di un'esistenza più "tranquilla" nelle   rigide maglie di una società tutto sommato sicura; tenace lui, con la   sua sete di libertà e l'intelligenza vivace di chi impara a farsi   scaltro per sopravvivere e conquistare, un giorno alla volta, uno spazio   di maggiore dignità.
Una storia senza nomi, date, luoghi, uno specchio in cui si riflettono   le drammatiche vicende di milioni di uomini e donne della grande Storia.
Abituati a sentire ma incapaci di ascoltare, non restiamo indifferenti   al grido che si solleva da queste pagine, alle difficoltà che affronta   chi parte e non sa se torna, gli inquietanti interrogativi che gli   agitano il sonno e la straordinaria forza con cui si ostina a contare   albe e tramonti, con lo sguardo puntato a un sogno inchiodato   all'orizzonte.
" Finalmente erano arrivati alla porta della terra promessa, un continente meraviglioso dove anche gli animali hanno dei diritti, figuriamoci gli uomini, pensavano guardando l'isola da lontano, colmi di speranza per una nuova vita."
Dimenticare è un modo non cruento di uccidere, così si sente dire spesso.
L’oblio è comodo e rassicurante: omette colpe, responsabilità, paure… evita di far riflettere sulle cause degli obrobri commessi.
La Memoria è una sfida che fa male, ma il libro si propone di raccoglierla sognando di spezzare la catena di inenarrabili atrocità: pulizie etniche, guerre di religione, genocidi…
Le poesie proposte affrontano in modo diretto il tema della violenza attraverso la narrazione dell’orrore di tante guerre dimenticate, lontane o vicine a noi, con un linguaggio poetico, ma schietto, che sollecita il lettore alla riflessione sul valore della pace e della tolleranza.
Il filtro della sensibilità artistica dell’autore diventa un contributo alla preservazione della Memoria quale strumento indispensabile per progettare un futuro di pace e mutua comprensione.
La Memoria dunque si fa sentinella, si fa urlo in un mondo troppo preso dai propri problemi per valutare rischi attuali come il razzismo o l’antisemitismo di ritorno, troppo immerso nel proprio torpore al fine di non essere scosso da “nulla”, ma l’oblio distrugge i ponti tra i popoli, tra religioni e civiltà, isola e apre la strada a pregiudizi e stereotipi.
Quattordici poesie a testimonianza di quattordici tragici eventi.
Un’antologia che si fa ottimo viatico per educare i giovani alla cultura della pace, della convivenza, della tolleranza, del rispetto e dell’accettazione degli altri.

Reza Rashidy  
Via del fornaio 7
30013 - Cavallino Treporti
Città Metropolitana di Venezia
redazione@associazioneculturaleunicorn.it


Associazione Culturale Editoriale Unicorn
Torna ai contenuti